Vino di Lei: incontro con EMANUELE TONON

maggio 22, 2011

Secondo appuntamento di “Vino di Léi”, rassegna di tre appuntamenti tra maggio e giugno: una serie di incontri che ci portano a scoprire i giardini privati delle case di Muzzana del Turgnano. Scrittori, poeti, personaggi della cultura e cantautori si esibiscono e dialogano in un’atmosfera intima e familiare. Alla fine di ogni evento una Cantina del territorio presenta la propria produzione di vini accompagnata da un piccolo buffet. Dopo l’accoppiata Pierluigi Di Piazza e Angelo Floramo, il secondo appuntamento avrà come ospite EMANUELE TONON con il suo ultimo libro Il nemico che sarà presentato dal critico e conduttore radiofonico PAOLO CANTARUTTI.

sabato 28 maggio, ore 18.00
giardino di casa Turco Bruno e Tollon Claudine
via Molino
Muzzana del Turgnano (Ud)

presentazione del libro

Il nemico
Romanzo eretico
di Emanuele Tonon

Interverranno
l’autore Emanuele Tonon
il critico Paolo Cantarutti

A seguire degustazione dei vini dell’Azienda agricola Riz Paolo (Brazzano di Cormons)

In caso di maltempo la serata si terrà all’interno di Villa Muciana (Piazza San Marco)

Un romanzo in due parti. Emanuele Tonon costruisce, con padronanza assoluta dello stile, una sconvolgente epica familiare. Attraverso uno spietato alternarsi di alto e basso, di letterarietà e trivio, di preghiera e bestemmia, Tonon trasforma la scrittura in un rituale esoterico per denunciare l’insopportabile ingiustizia dell’esistere. Tra vita quotidiana e invettiva spirituale, uno spaccato struggente e indimenticabile del Nordest italiano profondo. Vita di fabbrica, vino, infortuni sul lavoro, un Benelli scassato, internet e le voci dei morti, tutto concorre a fare di questo libro una potente, macabra, stupenda eresia. Il nemico è il blasfemo, feroce atto d’accusa di un uomo contro Dio: quel Dio assoluto e fallace che, se anche esistesse, dovrebbe rispondere del crimine odioso di consentire il dolore, la morte, il tradimento.

Emanuele Tonon è nato nel 1970 a Napoli. Vive in provincia di Gorizia. È teologo-operaio.

Annunci

La Bottega Errante su Radio Onde Furlane

febbraio 25, 2011

Martedì 1 marzo, in diretta alle 10.40 sulle frequenze di Radio Onde Furlane (90 mhz), Mauro Daltin e Nicoletta Oscuro chiacchierano con Paolo Cantarutti sulla Bottega e le sue erranze.


Dal Sudamerica a Radio Onde Furlane

settembre 9, 2010

Domani, venerdi’ 10 settembre, alle ore 18 (ora italiana), e se i mezzi tecnologici ci assisteranno, dovremmo collegarci per una prima diretta con Radio Onde Furlane (90 MhZ) e Paolo Cantarutti.

Il tutto si potra’ ascoltare anche in streaming collegandosi al sito della radio: www.friul.it


Mauro Daltin e Claudio Moretti su Radio Onde Furlane

agosto 23, 2010

Martedì 24 agosto, dalle 10.30, sulle frequenze di Radio Onde Furlane, Claudio Moretti e Mauro Daltin saranno ospiti di Paolo Cantarutti per parlare dell’imminente viaggio sudamericano, delle tappe, delle suggestioni, dei luoghi dove si fermeranno, dei progetti che andranno a fare. Collegamenti in diretta con la radio ci saranno anche dal Sud America.


Vino di Lèi: incontro con EMANUELE TONON

giugno 16, 2010

Ultimo appuntamento per la stagione 2010 di “Vino di Léi”, che ha visto come ospiti Furio Honsell nel rpimo appuntamento e Nadia Pasqual nel secondo. In questa ultima serata sarà Emanuele Tonon con il suo libro Il nemico il protagonista di Vino di Lèi. Accanto a lui il mitico bluesman Fabian Riz e il poeta trastolon Raff BB Lazzara.

sabato 26 giugno, ore 18
Giardino di casa Michelutti-Biondin
via San Giorgio 2
Muzzana del Turgnano (Ud)

presentazione del libro

Il nemico
Romanzo eretico

di Emanuele Tonon

Interverranno
l’autore Emanuele Tonon
il critico Paolo Cantarutti
il poeta Raff BB Lazzara
e il cantautore Fabian Riz

A seguire degustazione dei vini dell’Azienda agricola Colutta-Bandut (Manzano)

Vignît in biziclete…

In caso di maltempo la serata si terrà all’interno di Villa Muciana (Piazza San Marco)

Un romanzo in due parti. Emanuele Tonon costruisce, con padronanza assoluta dello stile, una sconvolgente epica familiare. Attraverso uno spietato alternarsi di alto e basso, di letterarietà e trivio, di preghiera e bestemmia, Tonon trasforma la scrittura in un rituale esoterico per denunciare l’insopportabile ingiustizia dell’esistere. Tra vita quotidiana e invettiva spirituale, uno spaccato struggente e indimenticabile del Nordest italiano profondo. Vita di fabbrica, vino, infortuni sul lavoro, un Benelli scassato, internet e le voci dei morti, tutto concorre a fare di questo libro una potente, macabra, stupenda eresia. Il nemico è il blasfemo, feroce atto d’accusa di un uomo contro Dio: quel Dio assoluto e fallace che, se anche esistesse, dovrebbe rispondere del crimine odioso di consentire il dolore, la morte, il tradimento.
Emanuele Tonon è nato nel 1970 a Napoli. Vive in provincia di Gorizia. È teologo-operaio.


Furlan on air. Onde Furlane una radio libera da 30 anni

marzo 21, 2010

Furlan on air
Onde Furlane una radio libera da 30 anni

di Mauro Daltin (articolo pubblicato su Carta Estnord)

Nel condominio di via Volturno, al civico 29, c’è uno strano campanello color rame con la scritta Radio Onde Furlane. Quando suoni, non ti chiedono mai chi sei, da lassù aprono a tutti. Sali fino al secondo piano ed entri in questo appartamento dove ti sembra di entrare nella sede di una radio libera degli anni Settanta.
A sinistra entri in una stanza dove c’è una finestra. Da questa finestra qualche anno fa potevi guardare il fragile edificio che ospitava il Centro Sociale di Udine; ora, sempre da qui vedi un indistruttibile e gigantesco blocco di cemento con rampe per le macchine, vetrate, gente incravattata. È la nuova sede della Regione Friuli Venezia Giulia.
La radio proprio nel 2010 compie 30 anni e da quelle scale, per tutto questo tempo, sono salite migliaia di persone della cultura, del mondo sociale e politico, gente comune, immigrati, artisti, giornalisti, operai. La radio è l’occhio che guarda da quella finestra ed è un occhio che osserva, registra, racconta. Testimonia. In friulano.
È proprio questa relazione fra informazione giornalistica e lingua friulana che ha fatto nascere la radio nel lontano 1980. Solo dopo, e come conseguenza, si è trasformata in un osservatorio per le questioni sociali, ambientali, culturali di tutto il territorio. Ma l’aspetto nuovo era che per la prima volta in Regione, e nel resto d’Europa, nello Statuto di un organo di informazione, tra l’altro privato, compare come elemento fondante una lingua minoritaria, in questo caso il friulano.
“Bisognava inventarsi tutto non avendo riferimenti né modelli a cui guardare” – racconta Paolo Cantarutti, presidente della Cooperativa “Informazione Friulana” che gestisce la radio, responsabile dei progetti speciali e della redazione culturale, uno degli elementi innovativi della cultura friulana moderna. “Ci siamo messi a usare questa lingua per raccontare la realtà, l’attualità, le cose che capitavano ogni giorno in Friuli e fuori dal Friuli. È da qui, dalla radio, che poi sono nati strumenti come il vocabolario, il correttore ortografico. Da qui, non dall’Università. Perché qui usciva il friulano non folcloristico, non legato ai sentimenti, ma una lingua vera, che faceva i conti con le altre lingue e con tutto quello che capitava attorno, dal territorio allo sport, dal cinema alle questioni sociali” continua. Leggi il seguito di questo post »


“Senza muri sulla lingua” su Carta

febbraio 27, 2010

Su “Carta qui-estnord”, supplemento a Carta n. 6 in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino e Sud Tirolo, in edicola questa settimana un mio articolo dal titolo “Senza muri sulla lingua” dedicato ai 30 anni della mitica Radio Onde Furlane, radio indipendente di Udine.

Questo il sommario del numero:

Prima gli umani [Giulio Todescan]
Gli sceriffi fanno il tiro al migrante [G.T.]
Geografia del primo marzo [Chiara Spadaro]
L’amore delle badanti [Francesca Alice Vianello]
Il primo marzo inaula [C.S.]
Arriva il migrante la politica cambia [Intervista a Donatella Schmidt di Gianni Belloni]
Dimmi chi è l’altro ti dirò chi sei [Emanuele Maspoli]
Il cugino latinoamericano [intervista a Emilio Franzina di G. T.]
De Gustibus [Danilo Gasparini]
Difendiamo il territorio veneto: è nata la Rete dei comitati [Cantieri sociali dell’Estnord]
Senza muri sulla lingua [Mauro Daltin]
Lezioni di Geografia [Paola Cacciari]
Lezioni di Storia [Irene Rui]
Cartolina [G. B.]