“I piedi sul Friuli” a Camino al Tagliamento

giugno 21, 2012

Mercoledì 27 giugno, ore 19
Osteria al Volt di sede “la di massoul” – via Roma 35
CAMINO AL TAGLIAMENTO (Ud)

presentazione

I piedi sul Friuli. Viaggio fra lune, borghi e storie dimenticate
di Mauro Daltin
(Edizioni Biblioteca dell’Immagine)

Introduce e dialoga con l’autore Simone Ciprian
Letture di Claudio Moretti

Segue aperitivo

Una presentazione nella cornice dell’osteria che ha ispirato Mauro Corona, nel cuore di Camino al Tagliamento, tra letture e chiacchiere attorno al Friuli fantasma, ai briganti che lo hanno popolato e a una terra fatta anche di piccole e grandi rivolte. Simone Ciprian dialogherà con Mauro Daltin mentre le letture e le incursioni di Claudio Moretti movimenteranno la serata.

L’incontro verrà accompagnato da un brindisi. L’ingresso è gratuito.

Il Grande personaggio è qui il paesaggio, terra e luna. Lo sguardo si muove con la lentezza necessaria, col necessario incanto e disincanto. Ma è per il Friuli che emerge dal libro, che ringrazio Mauro in modo particolare. Perché dal suo libro viene fuori la terra che io riconosco e amo, al di fuori di ogni stereotipo: eretica, anarchica, vitale, strappata verso i quattro punti cardinali, accoccolata dentro il proprio grembo eppure tesa a un continuo altrove. (Antonella Sbuelz)

Annunci

“I piedi sul Friuli” sul Piccolo

maggio 6, 2012

Domenica 6 maggio è uscita la recensione al libro I piedi sul Friuli di Mauro Daltin sul quotidiano “Il Piccolo”. L’articolo, intitolato “Viaggio a piedi tra storia e leggende nel Friuli dimenticato” è a firma del giornalista e scrittore Pietro Spirito.
Il pdf lo si può leggere qui.


“I piedi sul Friuli” alla Feltrinelli di Udine

aprile 17, 2012

SABATO 21 APRILE, ORE 18
LIBRERIA FELTRINELLI
UDINE

Presentazione del libro

I piedi sul Friuli
Viaggio fra lune, borghi e storie dimenticate
di Mauro Daltin

Introduce
Emilio Rigatti

Interventi di
Claudio Moretti, Ilaria Seclì

Presentazione ufficiale dell’ultimo libro di Mauro Daltin, alla scoperta delle storie di un Friuli che non c’è e di una Slovenia inedita. Introduce e chiacchiera con l’autore il viaggiatore e scrittore più originale, Emilio Rigatti, che spesso si muove lungo le stesse geografie di Mauro e ne racconta le vicende e i personaggi che li abitano. Interverranno anche qua e là l’attore e compagno di viaggio Claudio Moretti e la poetessa Ilaria Seclì.

“Dalla mia terrazza si scorgono le parti alte delle montagne della Carnia. Non le vedo di notte, ma so che sono lì. Bianche sulle cime, che sembra ti cadano addosso. Sono certezze che ogni tanto mi piace confermare. A volte esco solo per controllare se ci sono ancora, se tutto è in ordine. Il Friuli per me è racchiuso in quell’anfiteatro di cartapesta che ogni tanto sbatte contro i nostri occhi”.

Questi racconti sono sette luoghi dell’anima che formano un itinerario reale e immaginario, fatto di cammini e piedi, di montagne attraversate da contrabbandieri, borghi abbandonati, battaglioni fantasma, briganti e sbirri, profeti e partigiani. Storie di rivolte, di piccole o grandi deviazioni dalla linea normale dello stare. Da Erto a Palcoda, da Moggessa a Adegliacco fino al monte Kanin per poi scendere a Kobarid e Smartno. Sono qui, in questi microcosmi che si muovono antichi eroi e protagonisti di oggi, e piedi che vanno da sempre in mezzo ai boschi e a una natura selvatica.

Luoghi e storie di periferie queste di Mauro Daltin. O addirittura di periferie di periferie. Ma quando ci si mettono i piedi sopra, anche i silenzi fanno sentire le loro voci da imparare, ascoltando e riascoltando. Alla fine di questo viaggio a piedi scalzi tra le pagine del libro, “tra lune, borghi e storie dimenticate” si esce più leggeri e sereni, e con negli occhi nelle orecchie nel naso e nel cuore, la speranza seria e fiduciosa nel domani che viene. Mauro Daltin non gioca parole e non suona campane di improbabili identità. in queste sue straordinarie pagine. (dalla prefazione di Aldo Colonnello)

Prossime presentazioni:

Venerdì 27 aprile, ore 19, Libreria Meister, San Daniele del Friuli. Introduce Angelo Floramo.
Sabato 28 aprile, ore 18, Libreria del viaggiatore “Quo Vadis?”, Pordenone. Introduce Lorenza Stroppa.
Venerdì 11 maggio, Gradisca d’Isonzo. Introduce Emilio Rigatti.
Sabato 26 maggio, ore 18, Muzzana del Turgnano. Introduce Lorenza Stroppa.
Lunedì 28 maggio, ore 14, Comunità Piergiorgio, Udine.
Giovedì 7 giugno, ore 19, Basiliano. Introduce Simone Ciprian.


In libreria “I piedi sul Friuli. Viaggio fra lune, borghi e storie dimenticate”

marzo 28, 2012

I piedi sul Friuli. Viaggio tra lune, borghi e storie dimenticate
di Mauro Daltin
Prefazione di Aldo Colonnello
Edizioni Biblioteca dell’Immagine
Pagine 120, Isbn: 978-88-6391-082-7
Euro: 12,00

Dalla mia terrazza si scorgono le parti alte delle montagne della Carnia. Non le vedo di notte, ma so che sono lì. Bianche sulle cime, che sembra ti cadano addosso. Sono certezze che ogni tanto mi piace confermare. A volte esco solo per controllare se ci sono ancora, se tutto è in ordine. Il Friuli per me è racchiuso in quell’anfiteatro di cartapesta che ogni tanto sbatte contro i nostri occhi.

Questi racconti sono sette luoghi dell’anima che formano un itinerario reale e immaginario, fatto di cammini e piedi, di montagne attraversate da contrabbandieri, borghi abbandonati, battaglioni fantasma, briganti e sbirri, profeti e partigiani. Storie di rivolte, di piccole o grandi deviazioni dalla linea normale dello stare. Da Erto a Palcoda, da Moggessa a Adegliacco fino al monte Kanin per poi scendere a Kobarid e Smartno. Sono qui, in questi microcosmi che si muovono antichi eroi e protagonisti di oggi, e piedi che vanno da sempre in mezzo ai boschi e a una natura selvatica.

Luoghi e storie di periferie queste di Mauro Daltin. O addirittura di periferie di periferie. Ma quando ci si mettono i piedi sopra, anche i silenzi fanno sentire le loro voci da imparare, ascoltando e riascoltando. Alla fine di questo viaggio a piedi scalzi tra le pagine del libro, “tra lune, borghi e storie dimenticate” si esce più leggeri e sereni, e con negli occhi nelle orecchie nel naso e nel cuore, la speranza seria e fiduciosa nel domani che viene. Mauro Daltin non gioca parole e non suona campane di improbabili identità in queste sue straordinarie pagine. (dalla prefazione di Aldo Colonnello)

Mauro Daltin nasce nel 1976 in Friuli. Ha lavorato nell’editoria per molti anni come direttore editoriale e ufficio stampa. Ha fondato e diretto la rivista PaginaZero-Letterature di frontiera. È autore della guida Friuli Venezia Giulia (Touring Editore). Ha pubblicato il libro L’eretico e il cattolico. Intervista a Elio Bartolini (Kappa Vu) e la raccolta di racconti Latitanze (Besa). Ha curato insieme a Lorenza Stroppa Ciclomundi. L’agenda del viaggiatore a pedali (Ediciclo). Spesso presenta e legge in pubblico. Cura laboratori di scrittura creativa. È presidente dell’Associazione “Bottega Errante”. Blog: https://latitanze.wordpress.com

Presentazioni di aprile:

Sabato 14 aprile, ore 17.30, Morsano al Tagliamento.

Mercoledì 18 aprile, ore 14.00, Udine, carcere di Via Spalato.

Sabato 21 aprile, ore 18, Udine, Libreria Feltrinelli. Introduce Emilio Rigatti con gli interventi di Claudio Moretti e Ilaria Seclì.

Venerdì 27 aprile, ore 19, Libreria W. Meister, San Daniele del Friuli. Introduce Angelo Floramo.

Sabato 28 aprile, ore 18, Libreria del Viaggiatore “Quo Vadis?”, Pordenone. Introduce Lorenza Stroppa.