L’eretico e il cattolico

intervista_bartolini.jpg

L’eretico e il cattolico. Intervista a Elio Bartolini
di Mauro Daltin
Kappa Vu, 2006, 8 euro

I primi 25 anni di Elio Bartolini, raccontati direttamente dallo scrittore attraverso una lunga intervista: l’infanzia, Conegliano e Codroipo, il periodo del seminario, l’avvicinamento al cattolicesimo, la povertà, il lavoro, le prime letture, lo studio, la guerra, il fascismo, l’avvicinamento al comunismo, le bande partigiane, le prime esperienze narrative, Pasolini… Attraverso una riflessione a tutto campo Bartolini racconta sé e il mondo, il suo pensiero, la sua arte, l’evoluzione dell’uomo e dell’intellettuale all’interno del Friuli tra le due guerre mondiali. Una testimonianza fondamentale per capire da dove e come parte tutto il percorso letterario e artistico del grande scrittore. “Un’intervista totale, una sorta di dichiarazione definitiva sulla mia vita e sul mio pensiero. Penso sia il momento giusto” mi disse Elio Bartolini quando gli proposi il progetto di una testimonianza diretta, attraverso il genere dell’intervista, che raccontasse a tutto tondo il suo personaggio. Il progetto, interrotto dalla sua morte, aveva l’ambizione di registrare attraverso le parole dello scrittore di Santa Marizza tutti i passaggi fondamentali della sua vita, della sua opera e del suo pensiero intersecando fatti storici di rilevanza mondiale, accadimenti personali, evoluzione della sua fede e della sua ideologia, con letteratura, poesia, cinema e tutte le arti in cui Bartolini si è cimentato per concludere con il Friuli, la lingua friulana, il rapporto fra il mondo di ieri e quello di oggi. Non è stato possibile proseguire in questa approfondita disamina che lo scrittore faceva di se stesso e di quello che osservava attorno a lui. Ma la testimonianza di questo primo periodo della vita di Bartolini è forse la chiave per comprendere tutto il resto, tutto quello che è seguito, registrando i punti fermi e quelli mobili del suo pensiero, le tensioni che lo hanno sempre contraddistinto. Lo scrittore racconta tutto ciò attraverso una lunga intervista che mi ha rilasciato in più momenti, ogni sabato pomeriggio, durante il mese di aprile 2006. L’intervista è un genere letterario molto particolare, che segue determinate regole e leggi dell’ascoltare, del chiedere e dello scrivere. Mi sono accostato a Elio Bartolini con iniziale timore, soggezione forse, dato dal fatto di essere cosciente di trovarmi di fronte a uno dei maggiori scrittori italiani, a un personaggio con una vita e una personalità complessa, piena di rivoli che si intersecano, di insenature, di basi fisse e altre in continua evoluzione […] (Dalla prefazione al libro di Mauro Daltin)

Ho partecipato con una luna intervista al docu-film “Elio Bartolini – Una vita per la parola” per la regia di Massimo Garlatti Costa (Raja Films)

Recensioni

Messaggero Veneto
Gazzettino
Nuovo Friuli
Il Friuli
La Torre di Babele
Non solo Link

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: