Laboratorio di scrittura creativa di viaggio a UDINE

Associazione culturale “BOTTEGA ERRANTE”
ASSOCIAZIONE DOPOLAVORO FERROVIARIO di Udine

presentano

LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA DI VIAGGIO
Raccontare un luogo, le sue storie, la sua anima

dal 21 febbraio al 11 aprile 2012

Sede Dopolavoro Ferroviario
Viale XXIII Marzo 26

UDINE


il laboratorio

Quali sono i modi e le tecniche per raccontare un viaggio o una storia? Come percepiamo noi stessi, il nostro corpo e la nostra mente, quando camminiamo in un bosco o viaggiamo dall’altra parte del mondo? E in che relazione siamo con tutto quello che ci circonda? Con chi incontriamo? Da sempre chi inizia un viaggio sente l’urgenza di mettere per iscritto su una pagina, di fermare, le proprie emozioni e quello che sta vivendo. È l’urgenza di appuntare, raccontare, ascoltare, osservare nascosta in ogni viaggiatore.
Con questo laboratorio si cercherà di trasformare questa necessità in qualcosa di più consapevole, di diventare lettori più critici e scrittori più sicuri.
Mauro Daltin
, nei sei appuntamenti cercherà di entrare in queste dinamiche e fra le pieghe delle pagine dei grandi scrittori di letteratura di viaggio per andare a scomporre i loro racconti, analizzandone intenti e punti di forza, per poi ricomporre il tutto con i testi elaborati direttamente dai corsisti. Accanto agli elementi di base della scrittura creativa (incipit e finali, costruzione dei dialoghi e dei personaggi, punti di vista e descrizioni, digressioni e forme della narrazione) si analizzeranno in particolare racconti di Paolo Rumiz, Pino Cacucci, Bruce Chatwin, Henry David Thoreau, Tiziano Terzani, Ryszard Kapuscinski, Marco Aime, Emilio Rigatti, Claude Marthaler, Ettore Mo e molti altri.
Emilio Rigatti
porterà una visione diversa, la sua esperienza di scrittore e viaggiatore, i trucchi del mestiere e ci farà entrare nella sua bottega artigiana per carpirne suggestioni e consapevolezze.
Un’uscita diurn
a, in un luogo da concordare, sarà il momento per mettere in pratica, in un appuntamento all’aperto (in una città, in un parco, su un treno), le varie tecniche discusse e per osservare un luogo con gli occhi di chi poi lo vuole raccontare. Ai partecipanti verranno date bibliografie e altro materiale didattico utile come strumenti per approfondire.

Per il programma, le informazioni e i profili leggi qui. il programma

Mauro Daltin

Scrivere di viaggio

– La percezione del sé all’interno di uno spazio.
– L’uso dei cinque sensi e della fantasia.
– Gli elementi della scrittura creativa in un racconto di viaggio
– Le “decisioni” da prendere prima di mettersi a scrivere.
– Punti di vista
– Incipit
– Temporalità di un racconto
– Costruzione di un personaggio
– Dialoghi
– Descrizioni di ambienti e di persone
– Digressioni
– Finali
– Strutture del racconto

Gli altri generi della scrittura di viaggio

– Il Reportage
– Il diario di viaggio
– Il Carnet
– L’articolo

I nostri compagni di viaggio

testi di Paolo Rumiz, Bruce Chatwin, Marco Aime, Henry David Thoreau, Pino Cacucci, Emilio Rigatti, Tiziano Terzani, Ettore Mo e altri)

Modi diversi di raccontare e promuoversi

Pubblicare un reportage su una rivista (quale scegliere e come proporsi)
Pubblicare un reportage in forma di libro (quale casa editrice scegliere e come proporsi)

Esercitazioni
Scrittura e confronto continuo sui racconti prodotti dai corsisti sia durante gli appuntamenti sia a casa.

informazioni

Durata: 14 ore (7 lezioni) + 1 uscita diurna + 1 serata di presentazione/lancio con letture, chiacchiere, video.
Curatori: Mauro Daltin (6 lezioni), Emilio Rigatti (1 lezione), 1 uscita diurna in luogo e modalità da concordare.
Luogo: Sede DLF, Viale XXIII Marzo n° 26, Udine
Quando: mercoledì 20.30 – 22.30. I giorni: MARTEDI’ 21 (serata aperta a tutti) – 29 febbraio / 7 – 14 – 21 (ospite) – 28 marzo – sabato 31 marzo (uscita)/ 4 – 11 aprile
Apertura iscrizioni: dicembre 2011
Chiusura iscrizioni: 27 febbraio 2012
Data serata di letture e lancio
: MARTEDì 21 febbraio
Data di inizio
: 29 febbraio
Data di fine corso: 11 aprile
Numero minimo di partecipanti: 12
Numero massimo di partecipanti: 20
Costo di iscrizione: 120 euro + 15 euro tessera DLF
Modalità di iscrizione
: il modulo di iscrizione si trova presso la Sede dell’Associazione Dopolavoro Ferroviario in Viale XXIII Marzo n° 26 a Udine; va compilato in tutte le sue parti e nel contempo va versata la quota d’iscrizione.
Informazioni
: info su iscrizioni (Dopolavoro Ferroviario: 0432522131; 3495914306; amministrazione@dlfudine.it); info sul laboratorio (Associazione culturale Bottega Errante, info@bottegaerrante.it /tel. 3402445710/lun. – ven. 9 -14)
________________________________________
i profili

Mauro Daltin nasce nel 1976, in Friuli. Lavora nell’editoria da alcuni anni, prima al Touring Editore, poi alla Kappa Vu, e successivamente come editor e responsabile editoriale della casa editrice Ediciclo, specializzata in guide e narrativa di viaggio. Ha fondato e diretto il quadrimestrale PaginaZero-Letterature di frontiera. Collabora con il settimanale “Carta” e la rivista “Lo straniero” di Goffredo Fofi. È autore per il Touring Editore della guida Friuli Venezia Giulia nella collana Tracce. Si è trovato a condurre, divertendosi molto, programmi radiofonici su letteratura, editoria e cultura. Spesso presenta e legge in pubblico. Ha pubblicato il libro L’eretico e il cattolico. Intervista a Elio Bartolini per la Kappa Vu edizioni. Nel 2009 la raccolta di racconti Latitanze per i tipi della Besa Editrice. Nel 2010 ha curato insieme a Lorenza Stroppa il libro agenda Ciclomundi. L’agenda del viaggiatore a pedali per la Ediciclo editore. Il suo blog: https://latitanze.wordpress.com. È presidente dell’associazione culturale “Bottega Errante”.

 

Emilio Rigatti, insegnante e scrittore, ma soprattutto cicloviaggiatore, legge Leopardi al posto della televisione e ha appeso il volante al chiodo alla fine del viaggio a pedali da Trieste a Istanbul percorso nel 2001 assieme a Rumiz e ad Altan (da cui è stato tratto il libro La strada per Istanbul, premio “Albatros” per la letteratura di viaggio nel 2002). Ha raccontato il piacere e la filosofia del viaggiare quotidiano in bicicletta in Minima Pedalia. Viaggi quotidiani in bicicletta e manuale di diserzione automobilistica, (2004) libro cult, “adottato” nei siti di Beppe Grillo e Jovanotti. A fine 2005 ha raccontato in Yo no soy gringo. Taccuini sudamericani di coincidenze, truffe e piccoli miracoli (Premio della Giuria degli studenti Albatros – Letteratura di viaggio) come è nata la sua passione per le due ruote; nel 2006 ha attraversato l’Italia a pedali evitando i percorsi turistici e lo ha raccontato nel libro Italia fuorirotta. Viaggio a pedali lungo la Penisola del tesoro. Nel 2008 ha rievocato il suo legame con il territorio dalmata in Dalmazia Dalmazia. Viaggio sentimentale da Trieste alle Bocche di Cattaro. La sua ultima fatica è Se le scuole avesse le ruote. Le avventure di una classe in bicicletta e manuale di pedalogia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: