Fa’ la cosa giusta

marzo 8, 2010

Da venerdì 12 marzo a domenica 14 marzo, sarò alla fiera “Fa’ la cosa giusta. Fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili” a Milano. Sarò lì con uno stand di Ediciclo. Questo il sito: http://falacosagiusta.terre.it.

Annunci

Primo marzo. Anch’io ero clandestino (3)

marzo 8, 2010

Primo marzo. Anch’io ero clandestino (3)
di Bozidar Stanisic

Perché racconto tutto ciò? Non credo che io sia una vera vittima della storia in movimento. Mentre molti scrittori, pittori, musicisti e altri artisti del mio Paese, in fuga, dispersi per l’intero globo terrestre, non avevano neppure un angolino per realizzarsi in modo creativo, io, a Zugliano, avevo una casa, al Centro Balducci generosamente offerta da una famiglia friulana, in cui scrivevo: lo facevo per non dimenticare non solo la mia vita precedente, in un Paese situato fra l’Occidente e l’Oriente, ma pure per la complessità dell’esilio e del trovarmi nel Paese altrui, in cui, nel mio caso, avevo trovato mani tese. Potrei dimenticare che il mio amico prete sloveno pagò una multa salata perche teneva un clandestino nella canonica e lo fece con molta serenità? Oppure una ex studentessa del corso serale a Maglaj, in Bosnia, che a me e a mia moglie procurò un falso lasciapassare con cui riuscimmo a raggiungere il porto di Spalato? [E lei, conoscendo le mie attività per la pace, mi disse: «Prenda questo foglio e vada via, quella situazione non è per lei». Ero stupefatto del gesto, non riuscii allora neppure a ringraziarla e lei se ne andò in fretta perché qualcuno non ci osservasse]. Dimenticare mille e una storia di una guerra fratricida, in cui, nonostante tutto, molti non hanno perso l’umanità? Che la vita nuova da molti di noi chiedeva di rifarsi da insegnanti, medici, farmacisti, infermieri, impiegati…per diventare autisti, operai, badanti, beby sitter? Forse la storia davvero è inpercepibile, un fenomeno dominato da forze oscure ma le sue conseguenze possono essere considerate tanto invisibili da non vedere il volto del prossimo rispecchiarsi nel nostro? [Fino al mese di aprile di 1992 ancora insegnavo in una scuola superiore nel mio paese nativo. Nell’estate dell’anno precedente con i miei passai le vacanze a Malta. Eravamo turisti. Visitammo anche l’isola di Gozo, dove, in una grotta, secondo una leggenda, imprigionato da Calipso, Ulisse passò sette anni. Un anno dopo siamo partiti noi e finora non siamo tornati a vivere nella nostra Itaca]. Leggi il seguito di questo post »