Il valore della stanchezza

isonzo9

Giovedì sera sono tornato dal cammino con piedi fasciati, vesciche, naso pieno di profumo di erba appena tagliata, acqua negli occhi e nelle orecchie, fatica buona. Adesso sto scrivendo una specie di reportage/racconto. Durante il viaggio ci siamo collegati con Radio Onde Furlane per una diretta lungo il cammino.
Durante le serate ho letto un libro che si intitola “Pensieri viandanti. L’etica del camminare” edito da Diabasis. Il breve articolo di Erri De Luca è qualcosa che mi ha toccato l’anima. Bellissimi anche i pezzi di Marco Aime e Davide Sapienza. E’ un libricino piccolo, tascabile, che racchiude gli interventi del 2008 della manifestazione Passoparola. Festival del cammino. Una bella lettura mentre si è in viaggio a piedi.
Adesso sto leggendo “Sensi di viaggio” di Marco Aime, edito da Ponte delle grazie. Anche qui un libro piccolino, ma preziosissimo, pieno di suggestioni, immagini, luoghi, riflessioni. Aime ha il talento di delinare un luogo o una persona o una situazione con pochissimi tratti. Per chi ama il genere dei reportage o della letteratura che affronta il viaggio anche dal punto di vista filosofico e antropologico, è una chicca.
Io appena tornato ho appoggiato lo zaino a terra. Avevo il collo e le spalle tirate dal dolore. I piedi si appoggiavano a fatica al pavimento. E’ lì che si apprezza il valore della stanchezza, come accade ogni sera all’arrivo dopo otto ore di cammino. Si apprezzano i sorrisi e le parole. La calma dei gesti.

5 risposte a Il valore della stanchezza

  1. davide sapienza scrive:

    ciao MAuro. Un’amica mi ha segnalato il tuo blog, e questa riflessione sulla stanchezza buona. VEdo che ti dai da fare, e la foto di questo post mi fa viaggiare più di mille e mille parole. Ti ringrazio per quello che hai detto di Pensieri Viandanti, per me é stato un onore esser stato invitato a farne parte, e quel saggio “Il futuro della Natura” é una cosa che mi é costata diverse stesure, a differenza del mio solito che é più immediato (tante cose si trovano nel sito http://www.davidesapienza.net, incluso questo saggio, in pdf per chi fosse interessato a far partire una discussione “buona”). Mi piace il tuo blog, sono curioso di seguirlo in futuro. Davide Sapienza

  2. Mauro Daltin scrive:

    ciao davide, indirettamente ci conosciamo, ma ci conosceremo direttamente mercoledì in quel di verona lavorando io in ediciclo insieme a lorenza… quindi vedi che tutto torna…:-)
    Pensa che già il primo giorno ho rotto la macchina fotografica, una disgrazia… me la sono cavata con il telefonino, ma ovviamente non è la stessa cosa…cose che capitano, anche se non dovrebbero capitare.
    Tra l’altro mi piacerebbe farti leggere il reportage/racconto che sto terminando sulla camminata dell’Isonzo… te lo manderò via mail.
    Conosco il tuo sito, anzi adesso lo segnalo tra i links e magari metto un post riguardo al pdf così la “discussione buona” magari ha più possibilità di partire.
    Grazie per questo tuo commento, mi ha fatto molto piacere… ci si vede mercoledì.
    Mauro

  3. davide sapienza scrive:

    che dire, Jung Esiste, sincronicità …e chi se lo aspettava? Dammi una tua mail privata se ti va. Devo dirti di una cosa di Thoreau secondo me assolutamente da tradurre … dav

  4. Mr.Loto scrive:

    Come quasi in tutte le cose, non puoi gustare pienamente qualche sensazione se prima non hai provato il suo contrario…..:-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: