Misteriose intersezioni letterarie

kafka

le-armi-segrete

Ci sono libri e autori che ad un certo punto intersecano le vite di qualche lettore. E’ strano come questo accade, come poi il rapporto prosegue. Può succedere che non hai mai letto un autore giapponese, che la letteratura giapponese non suscita in te nient’altro che stereotipi e forse qualche pregiudizio. Poi qualche anno fa (diciamo 4-5) incontri Norwegian Wood. Tokyo Blues di Murakami. Lo ami, lo regali, ne parli con altri. Poi a distanza di anni ti parlano in tanti di un libro di un certo Murakami e alla fine ti ritrovi ad acquistare Kafka sulla spiaggia che stai amando, che regalerai e ne parlerai con altri.
In queste vacanze piene di neve ti è capitato anche con un altro autore: Josè Cortàzar. In una mail di tanto tempo fa la scrittrice Marina Giovannelli ti scrive: leggilo, ti piacerà molto. Questo consiglio è rimasto lì, in un cassetto in alto a destra del tuo cervello, ma alla fine è stato chissà come e perché riaperto. E hai trovato tra gli scaffali di una libreria Le armi segrete, cinque racconti perfetti, come recita la frase-strillo nella copertina Einaudi. Ma perfetti lo sono veramente. Delicati, densi, scritti magistralmente. Non so come mai avvengano queste misteriose intersezioni letterarie, ma credo che sia un po’ il fascino della lettura, di trovare un autore che non lascerai più, di cui leggerai tutto… non capita spesso, ma quando capita è una cosa di una bellezza assoluta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: