Va’ dove ti porta il treno (2), di Pino Cacucci

pino_cacucci22

Va’ dove ti porta il treno (2)
di Pino Cacucci

Il capotreno ci racconta la storia del giovane ingegnere che progettò questa ardita opera. La galleria principale era in via di scavo, gli operai procedevano nelle due direzioni con l’obiettivo di incrociarsi in un punto prestabilito nei suoi disegni. L’ingegnere cominciò a preoccuparsi quando, secondo i suoi calcoli, i due cunicoli non si erano ancora incontrati. Passavano i giorni e si convinse di aver sbagliato il progetto: sospettava che i due fronti si fossero ormai superati senza incontrarsi, una sciagura. Un mattino i tecnici corsero a svegliarlo per comunicargli che era tutto risolto, le maestranze stavano festeggiando l’incontro dei due fronti. Ma arrivarono tardi: l’orgoglioso ingegnere pendeva dal soffitto con una corda al collo. La convinzione di aver sbagliato era un’onta insopportabile.
Stazione di Modica: scendiamo ad ammirare la targa in ricordo di Salvatore Quasimodo, che “qui concepito germogliò l’infanzia” proprio accanto ai binari, visto che il padre era capostazione di Modica. La sua casa natale è un piccolo museo, con la vecchia Olivetti e la registrazione della sua voce durante la cerimonia del conferimento del Nobel per la Letteratura nel 1959.
La “città delle cento chiese” ha un belvedere dove al tramonto sembra di stare davanti a un presepe, che con l’avanzare dell’oscurità si accende di luci calde e tenui, ed è famosa anche per la cioccolata di Modica, prodotta in base all’antica ricetta dei Maya, che ne coltivavano la pianta e inventarono il kakaw, poi ripresa dagli Aztechi con la bevanda che chiamavano xocóatl.
A Modica il cacao arrivò con gli spagnoli nel ‘600, ennesimo dono di madre natura che l’Europa deve alle civiltà agricole del Messico, così come una cospicua parte di frutta e ortaggi che oggi consumiamo, a cominciare dai pomodori, senza i quali la Sicilia intera, fino al XVI secolo, era tutta un’altra cosa. […continua nei prossimi giorni…]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: